La lotteria degli scontrini parte da gennaio

Il 26 ottobre 2019 il governo italiano ha approvato una legge che prevede le regole per la nuova lotteria degli scontrini. La lotteria ha lo scopo di incoraggiare i contribuenti a chiedere ricevute ufficiali da rivenditori che forniscono beni e servizi. La lotteria degli scontrini è un altro meccanismo che le autorità italiane sperano aiuterà a controllare la sottostima delle vendite e combattere l'evasione fiscale.

Lotteria degli scontrini: come funziona

A partire dal 1 gennaio 2021 tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto 18 anni e che acquistano per se stessi beni o servizi possono partecipare a una lotteria di stato chimata la "lotteria degli incassi". Ogni ricevuta elettronica rappresenta un biglietto per la lotteria.

I rivenditori devono presentare all'Agenzia delle Entrate i dati relativi al corrispettivo per la fornitura di beni e servizi su base giornaliera. Le persone che desiderano partecipare alla lotteria devono comunicare ai rivenditori il loro codice della llotteria degli scontrini. Per ottenere un codice della lotteria, le persone devono registrarsi sul portale della lotteria. Quando un individuo acquista beni o servizi per uno scopo business-to-business (B2B) ad esempio, professionisti e agenti imprenditori ecc, tale transazione non si qualifica per la partecipazione alla lotteria degli incassi.

Gli importi vinti alla lotteria sono esenti dall'imposta sul reddito individuale.

Lotteria degli scontrini: cosa devono fare i rivenditori

A seguito dell'introduzione della lotteria degli scontrini, a partire da gennaio 2021, tutti i rivenditori dovranno aggiornare il proprio registratore telematico (RT) per poter archiviare i dati relativi agli incassi e agli incassi relativi alla lotteria degli scontrini.

Un venditore al dettaglio che non accetta codici della lotteria o che non trasmette i dati per una particolare transazione singola è passibile di una penale che va da 100 EUR a 500 EUR.

In Italia, la fatturazione elettronica è diventata obbligatoria dal 1 ° gennaio 2019. Da inizio 2019 tutte le fatture B2B e B2C in Italia devono ora essere emesse in formato elettronico e in formato XML e inviate elettronicamente a una piattaforma virtuale collegata all'ufficio delle imposte da dove vengono poi inoltrate al rispettivo destinatario. L'obiettivo principale di questa innovazione è innanzitutto quello di combattere l'evasione fiscale ma anche di semplificare e migliorare l'organizzazione dell'amministrazione fiscale italiana.

All'interno dell'Unione Europea, l'Italia, insieme al Portogallo, è l'unico Paese ad aver introdotto un impegno così globale. A parte gli appalti pubblici, dove la fatturazione elettronica è obbligatoria, la legislazione europea finora prevede solo che la fatturazione elettronica debba essere un'opzione. A partire dal 1 gennaio 2020 è obbligatoria anche in Italia la ricevuta elettronica che, come le fatture elettroniche, dovrà essere inviata alla piattaforma collegata all'ufficio delle imposte.

È noto che le autorità fiscali italiane cercano da decenni di controllare l'evasione fiscale. Al fine di garantire che le imprese emettano correttamente fatture o ricevute per la vendita di beni o la prestazione di servizi, il legislatore italiano ha cercato, tra le altre cose, di fare pressione sugli acquirenti richiedendo loro l'emissione di una fattura o di una ricevuta. Infatti, anche oggi, quando un visitatore di un ristorante lascia i locali, gli agenti di guardia di finanza che aspettano fuori possono chiedergli di mostrare il conto o la ricevuta. Fino al 2003, il cliente che non poteva presentare la ricevuta poteva anche essere multato.

A partire dal prossimo anno, i cittadini avranno un incentivo a insistere per l'emissione di una ricevuta regolare con la cosiddetta lotteria scontrini: ogni ricevuta elettronica rappresentarà un biglietto per lotteria degli scontrini di stato e darà la possibilità di vincere il montepremi.

Resta da vedere se lo Stato italiano riuscirà a contrastare l'evasione fiscale con questo provvedimento.

CONTATTACI

Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio
Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio
Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio
Si prega di rispettare i campi obbligatori per una corretto invio